La nostra Amministrazione porrà fondamentale importanza in modo costante e continua alla cura del verde pubblico, che oggi è praticamente abbandonato a sé stesso e molte zone della città, anche centrali, sono in condizioni di assoluto degrado e abbandono totale. L’importanza di avere una città curata anche nel verde è di fondamentale importanza per qualsiasi forma di sviluppo, da quello turistico a quello commerciale; nonché sociale occupazionale e civico.

Questa Amministrazione vuole fare di Crotone un giardino per tutti attraverso interventi atti alla:

  • Realizzazione della Rete Ecologica Comunale quale infrastruttura verde a garanzia di un’implementazione delle aree destinate al verde, del sistema dei parchi urbani e della tutela della bio-diversità;
  • Rinaturalizzazione dei principali assi viari e delle aree destinate a parcheggio quali interventi di mitigazione ambientale;
  • Azzerare le previsioni di espansione residenziale dell’attuale P.R.G. (fatto salvo i diritti acquisiti) promuovendo solo la realizzazione di nuove strutture ricettive;
  • Attuazione del progetto “Orti urbani” e perciò valorizzazione e messa a coltura da parte dei cittadini; singoli o riuniti in comitati; ass.ni, cooperative; di appezzamenti di terreni di proprietà comunale oggi incolti ed abbandonati;
  • Attuazione di politiche urbane rivolte al riuso e alla riconversione degli ambiti urbani degradati (via M. Nicoletta, Acquabona, zona Marinella);
  • Progetti di riqualificazione urbana finalizzati al miglioramento dello standard qualitativo residenziale e ad un aumento delle dotazioni, delle attrezzature e degli spazi per il tempo libero (Le aree centrali, via vecchia Carrara, corso Messina/d.sa S. Leonardo – I Quartieri popolari, Tufolo – Farina – San Francesco – Vescovatello – Lampanaro, le Periferie e le Frazioni di Papanice e Apriglianello);
  • Riqualificazione arredo urbano: installazione di panchine nelle piazze, fioriere, etc.;
  • Politiche di vantaggio e di incentivazione fiscale per le nuove attività commerciali e artigianali che decidano di insediarsi nel nostro Comune;
  • Abbassamento delle tariffe di occupazione suolo pubblico per locali, ristoranti, caffè, per il posizionamento di piante, tavoli e sedie all’aperto.
  • Valorizzazione degli spazi storici del comune per svolgere al loro interno attività culturali durante tutto l’arco dell’anno.
  • Realizzazione di una ZTL nel centro storico, per garantire le operazioni di evacuazione e soccorso, in caso di calamità naturali, e nel contempo riqualificarne il tessuto connettivo;
  • Pilomat. Installazione di dissuasori automatici a scomparsa presso inizio Lungomare, discesa Via Venezia, Piazza Duomo, Piazza della Resistenza al fine di eliminare le attuali barriere Jersey fortemente antiestetiche e ingombranti;
  • Binocolo Capo Colonna. Installazione di un binocolo a gettoni per vedere Capo colonna direttamente dal Lungomare.
  • Comitati di quartiere, per cogliere le problematiche del quartiere e interfacciarsi con il comune;
  • Mille cestini. Distribuzione capillare di 1000 cestini in tutta la città al fine di promuovere l’igiene urbana e ridurre fenomeni di inciviltà.
  • Progetto “Sea Bin”. A protezione dell’ambiente marino si provvederà a installare nella zona portuale un sistema di cestini galleggianti per ripulire il mare dalla spazzatura, soprattutto dalla plastica e dal polistirolo.
  • Com’era. Predisposizione di bacheche su cui affiggere foto della vecchia Crotone in corrispondenza dello stesso punto in cui la foto anni fa è stata scattata al fine di creare l’effetto passato/presente nei confronti dell’osservatore.
  • Sicurezza centro storico. Incremento della sorveglianza nel centro storico attraverso l’ausilio di videocamere.
  • Musica che illumina. Come il modello “Bologna”, adornare le vie del centro cittadino con luminarie che riprendono le frasi delle canzoni dei nostri artisti;
  • Muro dei proverbi. I proverbi sono in via d’estinzione. È importante dedicare un piccolo monumento, un muro, su cui trascrivere tutti i proverbi cittadini per preservarne la memoria;
  • Fontane: una piccola fontana in ogni quartiere.
  • Progetto “casette di distribuzione”: acqua pubblica prelevabile a prezzi modici, sottoposta a controllo periodico, così da ridurre il consumo di plastica.
  • Vecchie tradizioni: ripristino e conservazioni delle antiche tradizioni popolari incentivando la partecipazione attiva dei cittadini nei quartieri (fuoco di santa lucia, Gloria etc.)
  • Statua di Pitagora A suggellare la riappacificazione con il nostro glorioso passato una statua del sommo filosofo da collocarsi in Piazza Pitagora.
  • Valorizzazione del Geoparco paleontologico di Vrica.
  • Completamento dell’iter tecnico-amministrativo per il Piano spiagge;
  • Completamento del progetto Antica Kroton – Parco archeologico urbano –